changing landscapes 4

Fabrizio Bruno > 120′

Firenze nel 2014 ha registrato circa 13 milioni di visitatori con una media di pernottamento per turista di 2,5 notti (dati MET). Questi dati ci raccontano la forte attrazione che Firenze esercita sui visitatori di diverse parti del mondo e al tempo stesso evidenziano come questo sia un turismo fugace, in una città con un patrimonio artistico, culturale ed enogastronomico ricco e complesso. Un turismo questo che crea opportunità economiche per i tanti operatori del settore ma quale altro tipo di scambio e valore per la città?
Stretta in un’organizzazione del tempo serrata, vieni da chiedersi se la visita turistica maggiormente diffusa in città non sia una sorta di “consumo del luogo”, l’appropriazione di un prodotto standard sul mercato, piuttosto che un viaggio inteso come immersione, comprensione ed esperienza di un luogo. Al pari di altre forme di intrattenimento e tempo libero nella società contemporanea, questa tipologia di proposta turistica spinge ad una reale e coerente conoscenza della città o ad una visione inautentica, preconfezionata?
Le agenzie e i siti tematici sono ricchi di servizi e pacchetti che propongono diversi modelli di esperienza della città. Una di queste è sicuramente quella del City Sightseeing, il servizio navetta che offre tre differenti percorsi e la possibilità di vedere parte della città in circa 120’.Il progetto che propongo è il tentativo di assumere il punto di vista del turista “medio” che acquista questo tipo di servizio, con lo scopo di comprendere quale modello di visione della città è possibile sperimentare dal finestrino di un autobus in un periodo così limitato, qual è l’immaginario che affiora.